Il Grande Teatro e le Storie di Francesco Edallo

PrestAbiti

PrestAbiti Ŕ un sito creato da volontari per gestire il lascito di abiti di scena

Compagnia del Santuario

Rassegna stampa

Data: giovedý 17 novembre 2022

Testata: La Provincia

Crema. Il ricordo di Checco ogni volta che si alza il sipario

di GRETA MARIANI

CREMA Sarebbe bello che il sipario si aprisse ancora una volta, magari fra cent’anni, ma ancora una volta. L’au gu r io che il compianto regista e attore Checco Edallo faceva alla propria Compagnia del Santuario, tempo fa e nel dialetto a lui tanto caro, nella poesia Cuma ‘l Sere. Nei giorni scorsi, parte del suo sogno si è avverato, anche se gli anni passati non sono ancora cento, ma una buona parte. Appuntamento speciale, sul palco del teatro San Domenico, quello per celebrare i quarant’anni della Compagnia fondata da Edallo. Nel suo ricordo e in quello della moglie Yetta Clarke, scomparsa più di recente, ma non prima di aver portato a termine il documentario sull’attivi - tà del marito e le emozioni che hanno accompagnato la loro famiglia teatrale allargata. A presentare la serata, Mar co Fusarpoli , ai tempi della scuola passato dai banchi al palco proprio grazie a un’intuizione di Edallo e che oggi ha fatto del teatro, ma dietro le quinte, una professione. Tante storie personali e sceneggiate si sono alternate in quarant’anni e a ognuno, anche arrivato all’ultimo momento con la voglia di fare teatro, «Checco scriveva al volo una parte o trovava un posto in compagnia», hanno raccontato nel docufilm di Agostino Zetti e Daniela Dedé A teatro con Checco e i suoi amici, tanti protagonisti. In tutto, 112 attrici e attori e anche alcuni amici animali hanno trovato spazio in scena, per 38 commedie allestite, 325 repliche, oltre 100mila spettatori. Voce narrante nel film, Yetta e il figlio Matt ia che ne ha delineato i tratti di padre e regista «profondamente romantico nella visione delle cose e del teatro, innamorato della sua terra ma mai provinciale nel raccontarla, non giudicante e totalmente aperto nell’ac cogliere ». Mattia, visibilmente emozionato all’esordio di serata è salito sul palco col sindaco di Crema Fabio Bergamaschi , amico d’infanzia, così come Franco Agostino (cui oggi è dedicato un importante festival per ragazzi), scomparso prematuramente proprio all’apice dell’esperienza teatrale coi giovani di Checco. Il docufilm è solo uno dei regali che la Compagnia del Santuario ha fatto alla città. Il secondo, un cofanetto con i dvd di tutte le commedie dalle origini a oggi. Sarà donato a tutte le biblioteche dei Comuni del Cremasco, come Checco ha voluto.

 Elenco articoli