Il Grande Teatro e le Storie di Francesco Edallo

PrestAbiti

PrestAbiti un sito creato da volontari per gestire il lascito di abiti di scena

Compagnia del Santuario

Rassegna stampa

Data: sabato 21 gennaio 2023

Testata: Il Nuovo Torrazzo

Casale: rinviato lo spettacolo al teatro dell’oratorio

È saltato il nuovo evento di cultura a Casale Cremasco Vidolasco. Domani domenica 22 gennaio presso il teatro dell’oratorio parrocchiale, la Compagnia del Santuario (nella foto) avrebbe dovuto presentare Miseria e Nobiltà, commedia in dialetto e italiano tratta da un’idea di Eduardo Scarpetta e rielaborata dal compianto regista Francesco Edallo, per la regia di Rosanna Furlan, con l’aiuto di Mariella Fusar Bassini. L’appuntamento, organizzato dal Comune, rientrava in un programma di eventi culturali più ampio e che vedrà la sua massima espressione nell’ormai tradizionale rassegna Estate in riva la Serio 2023. A causa dell’indisposizione di un’attrice la rappresentazione è rinviata a data da destinarsi.

La scelta di proporre questa commedia era nata il 12 novembre scorso al teatro San Domenico di Crema in occasione della serata per festeggiare i quarant’anni in scena della Compagnia del Santuario.

Durante la manifestazione era stato proiettato il docufilm A teatro con Checco…. e i suoi amici, realizzato da Daniela Dedè e Agostino Zetti, e presentato il cofanetto da loro realizzato con l’intera produzione teatrale di Checco Edallo. Cofanetto con 32 dvd che è stato distribuito gratuitamente a tutte le biblioteche del Cremasco.

Edallo (1949-2014) si è occupato di teatro nel triplice ruolo di autore, attore e regista. Ha messo in scena oltre quaranta piéces teatrali e pubblicato numerosi volumi con le sue commedie. Miseria e Nobiltà è la storia del Marchesino Gino Favetti innamorato di Gina, figlia di Gaetano Semolino, ricco mercante di natali poco nobili. Costui non concede l’assenso alle nozze se prima non conoscerà personalmente il nobile parentado di Eugenio, circostanza quasi impossibile vista la differenza incolmabile di estrazione sociale. Eugenio per uscire dall’impasse assolda due famiglie di morti di fame che, opportunamente acconciati, cercheranno di trarre in inganno Gaetano.

I costumi dello spettacolo sono di Franca Firmi, le riprese di Inadoga, le fotografie di Marco Mariani, con la consulenza di Mattia Edallo, figlio di Checco. Assistenti Claudio Brown, Gianfranco Sacchi e Claudio Bassani. Una quindicina gli attori impegnati sul palco. La commedia è solo rinviata.

Luca Guerini

 Elenco articoli